Cambio di presidenza alla Rari Nantes Legnano, ecco Maddalena Belloni

Passaggio di consegne alla Rari Nantes Legnano: Antonio Penati, dopo otto anni di presidenza, lascia il posto a Maddalena Belloni imprenditrice di Parabiago alla guida, insieme alla famiglia, del Gruppo Ifaba di Parabiago (azienda leader nella produzione di forme per calzature).

Il cambio al vertice è stato comunicato oggi, giovedì 23 luglio, nell’azienda della neopresidente. In questo contesto Penati, confermato all’interno del Consiglio direttivo, ha voluto ringraziare «tutti… dagli atleti allo staff per l’ottimo lavoro svolto e per l’impegno manifestato in questi 8 anni». Un pensiero è andato anche ai collaboratori storici come l’ex direttore tecnico Michele Cacciapaglia «con il quale ho affrontato tante avventure e, come me, continuerà a collaborare».

l’ex presidente  ha poi commentato: «Alle spalle ho otto anni di presidenza e 14 di vice presidente: avevo 38 anni e ora ne ho 60… È arrivato il momento di lasciare il passo così da permettere alla società di rinnovarsi. Continuerò ad esserci non solo come memoria storica, ma dando anche una mano al nuovo presidente, Per lei non sarà facile, non solo a causa dell’emergenza sanitaria, ma anche per la questione dell’impianto natatorio che, ad oggi, non sappiamo se a settembre potrà riaprire i battenti».

L’attuale consiglio direttivo RNL è formato, oltre che dal presidente uscente, dal vicepresidente Alessandro Airoldi e dai consiglieri: Pietro Potestio, Franco Megale, Giuseppe Milotta, Marco Penati, Marco Brignoli e Renato Salvatori. Il consiglio ha affidato la direzione tecnica a Gojko Separovich, allenatore internazionale di pluriennale esperienza nella gestione dei gruppi sportivi, che continuerà a seguire la pallanuoto RNL. Confermati gli allenatori Costanza Fiorentini, ex atleta olimpica, e Cinzia Storni per il Nuoto Sincronizzato e il team del settore pallanuoto composto da Luca Amadei, Paolo Mattei e Marco Borsa.  Le novità riguarderanno anche il settore nuoto, coach Fabio Cozzi sarà affiancato da nuovi tecnici per un progetto articolato e lungimirante.

Maddalena Belloni ha precisato di voler investire in risorse e professionalità per dare un nuovo impulso all’attività dell’associazione, metterne in risalto il contributo all’interno della comunità e raggiungere importanti traguardi sportivi. «Oggi serve un cambio di passo – ha spiegato la manager -. Il recente periodo di lockdown ha dimostrato ancora di più l’importanza dello sport per la crescita dei nostri ragazzi. Dobbiamo affrontare i problemi della riapertura della piscina, per i quali siamo in continuo contatto con il Comune, ed essere in grado di dare una risposta oggettiva ed efficiente per i nostri figli che si stanno confrontando con un periodo difficile e alienante. È per questa ragione che vogliamo puntare sul concetto di squadra, tra i giovani atleti e gli allenatori, in modo che l’associazione sia sempre di più un punto di riferimento e sulla valorizzazione dell’esperienza estremamente positiva che le attività natatorie assicurano a chi le pratica».

In questo contesto, Antonio Penati Penati che vanta nel gennaio 2005 una elezione da consigliere regionale della Federazione Nuoto Italiana, ha ricordato che «i rapporti con l’amministrazione comunale, con tutti i sindaci che si sono succeduti, sono stati sempre ottimi e improntati alla più profonda collaborazione. Questa disponibilità proseguirà ancora, convinti che solo con il dialogo e l’apertura nel confronto sarà possibile ottenere risultati positivi per tutti e per la città».

 

 

RN Legnano: una grande squadra di allenatori e ragazzi

La neoeletta Maddalena Belloni indica i nuovi obiettivi per l’Associazione

LEGNANO, 23 LUGLIO 2020 - “Un’associazione che sia soprattutto una grande squadra tra ragazzi e allenatori, dove ciascuno dei settori– il nuoto agonistico, la pallanuoto, il nuoto sincronizzato ed i settori master  - lavorino assieme per costruire l’identità forte del gruppo e ed ottenere grandi risultati sia sportivi sia umani”

Esordisce così Maddalena Belloni – nota sul territorio perché alla guida insieme alla famiglia del Gruppo Ifaba, azienda leader per la produzione di forme per calzature, e dalla settimana scorsa neopresidente della Rari Nantes Legnano, la storica associazione nata nel 1964.
Eletta lo scorso giovedì 16 luglio prende il posto del Presidente Antonio Penati, confermato all’interno del Consiglio direttivo e ringraziato “per l’ottimo lavoro svolto e per l’impegno profuso in questi 8 anni”.

Il Consiglio direttivo di Rari Nantes Legnano è formato, oltre che dal presidente uscente, dal Vicepresidente Alessandro Airoldi e dai consiglieri: Pietro Potestio, Franco Megale, Giuseppe Milotta, Marco Penati, Marco Brignoli e Renato Salvatori, che hanno affidato la direzione tecnica a Gojko Separovic, allenatore internazionale di pluriennale esperienza nella gestione dei gruppi sportivi. Confermati gli allenatori Costanza Fiorentini, ex atleta olimpica e Cinzia Storni per il Nuoto Sincronizzato e il team del settore pallanuoto composto da Luca Amadei, Paolo Mattei e Marco Borsa. Le novità riguarderanno anche il settore nuoto, coach Fabio Cozzi sarà affiancato da nuovi tecnici per un progetto articolato e lungimirante.

 

“Oggi serve un cambio di passo” - continua Maddalena Belloni - “Il recente periodo di lockdown ha dimostrato ancora di più l’importanza dello sport per la crescita dei nostri ragazzi. Dobbiamo affrontare i problemi della riapertura della Piscina, per i quali siamo in continuo contatto con il Comune, ed essere in grado di dare una risposta oggettiva ed efficiente per i nostri figli che si stanno confrontando con un periodo difficile e alienante. È per questa ragione che vogliamo puntare sul concetto di squadra – tra i giovani atleti e gli allenatori – in modo che l’associazione sia sempre di più un punto di riferimento e sulla valorizzazione dell’esperienza estremamente positiva che le attività natatorie assicurano a chi le pratica”.

Questi gli obiettivi che si pone la nuova presidenza decisa ad investire in risorse e professionalità per dare un nuovo impulso all’attività dell’associazione, metterne in risalto il contributo all’interno della comunità e raggiungere importanti traguardi sportivi.

 

 

 

Legnano, 1964 - Nasce la Rari Nantes

È il 1964 quando, dall'iniziativa di alcuni appassionatissimi per lo sport, nasce l'idea di fondare la Rari Nantes Legnano. È lo stesso Angelo Fedeli che ricorda come, alla fine di una giornata in cantiere in cui aveva ultimato la ristrutturazione della piscina, gli si avvicina Giovanni Mari dicendogli che un così valido impianto sarebbe stato sprecato senza una altrettanto valida società di nuoto.

La strada da percorrere era dura e incerta. A Legnano non era mai esistita una società di nuoto ma, grazie all'impegno e alla dedizione dei suoi fondatori, la Rari Nantes Legnano sarebbe stata destinata a ricoprire un pezzo di storia del nuoto non solo regionale, anche nazionale e mondiale.

 

Le sincronette della Rari Nantes Legnano campionesse italiane

Le sincronette della Rari Nantes Legnano campionesse italiane a Busto Arsizio. Le legnanesi hanno primeggiato nella Categoria Esordienti A.

Un risultato importante raggiunto nella piscina di via Manara che, per quattro giorni, è diventata la "capitale italiana" di nuoto sincronizzato.

Le gare termineranno domenica 28 luglio e le legnanesi, allenate da Cinzia Storni e Costanza Fuorentini, scenderanno ancora in vasca per altre sfide.

Ad animare la struttura natatoria 500 atlete di 66 società.

 

Campionati italiani Estivi di categoria

Con i Campionati italiani estivi a Roma può definirsi conclusa la stagione natatoria della Rari Nantes Legnano. In vasca, nella categoria ragazzi, è sceso Matteo Salvatori già medagliato per i nati nel 2004 nella edizione invernale 2019. 

Matteo ha preso parte a ben 4 gare, 50 100 e 200 stile libero e 100 delfino, riuscendo a qualificarsi in tutte le prove alle finali.

In particolare nei 100 stile e nei 100 delfino ha dato battaglia fino alle ultime bracciate per competere per le medaglie contro avversari di un anno più grande di lui.

  Una stagione soddisfacente e a tratti esaltante per la società del presidente Antonio Penati e per gli allenatori Fabio Cozzi e Stefano Bianchi, che ha visto La Rari Nantes Legnano raggiungere medaglie e titoli sia a livello regionale ma soprattutto nazionale dove ha portato i propri atleti, prima Giorgia Tison (Roma 2018) e poi Salvatori, per due anni consecutivi sui gradini del podio nazionale.

«Ora un mese di meritato riposo per gli atleti - affermano dalla società - che riprenderanno a settembre con ancora più determinazione e convinzione nel voler essere sempre i principali protagonisti del nuoto anche nella stagione agonistica 2019/2020».

 

Trofeo Sprint 2018 - Un successo sportivo ed organizzativo.

“Il Presidente, il Consiglio Direttivo e l’intera Assemblea dei Soci di Rari Nantes Legnano vogliono esprimere a tutti gli atleti e a tutti gli allenatori che hanno partecipato al 22° Trofeo Sprint e al Trofeo dell’Esordiente tenutisi presso la Piscina Comunale nei giorni 8 e 9 Dicembre, il loro più sincero ringraziamento per l’impegno e la serietà dimostrati, nonché per le ottime prestazioni ed i risultati raggiunti.

Un ringraziamento particolarmente sentito va a tutti i genitori e ai volontari che hanno prestato servizio gratuito, consentendo, con il loro impegno ed il costante sostegno agli atleti, la perfetta riuscita della manifestazione. Senza questo impegno, e senza il legame così dimostrato verso la Società, nulla di quanto realizzato sarebbe stato possibile.

Un ulteriore ringraziamento va ad Amga Sport ed ai suoi collaboratori, per aver consentito e coadiuvato il regolare svolgimento della manifestazione, e all’Amministrazione Comunale, che in tutti questi anni ha sostenuto e sostiene con partecipazione l’attività di Rari Nantes Legnano, consentendo a tutti gli atleti di crescere e formarsi in un contesto di sport e di reciproco rispetto

Da ultimo, cogliamo l’occasione per augurare a tutti voi, genitori, atleti, allenatori e collaboratori, un sereno Natale ed un Felice Anno Nuovo”

Antonio Penati.